raccolta-olive

La raccolta delle Olive... una nuova esperienza

Laura, una nostra studentessa ungherese, ha trascorso con noi 4 mesi e ha avuto l'opportunità di conoscere molto bene il territorio italiano e le sue tradizioni.

Ecco il suo racconto della raccolta delle olive!

"Per noi ungheresi la raccolta delle olive è un’attività inusuale, straordinaria e strana allo stesso tempo. Visto che il nostro clima non è adatto per la coltivazione, le olive non si trovano nel nostro Paese.
Importiamo dei prodotti derivanti dall’oliva (alimentari, cosmetici), l’uso dell’olio di oliva è ormai diffuso nelle case. Dopo aver assaggiato l’olio fresco, non comprerò mai più una bottiglia che si trova sullo scaffale nei negozi di alimentari. Voi non potete immaginare che profumo incredibile e che sapore! Indescrivibilmente speciale che non lo vorrete sprecare cucinando, ma lo userete soltanto come condimento per le insalate, le bruschette, etc.

Siamo in Toscana, sulle cime dei Chianti, in una località che si chiama Scandicci. Qui ci sono dei campi che non finiscono mai.
Il fine settimana, grazie alla nostra padrona di casa con le mie amiche abbiamo potuto partecipare alla raccolta, durante la quale ci siamo divertite tantissimo. Eravamo come dei bambini, quelli che ricevono dei nuovi giochi e con gli occhi lucidi non riescono a smettere di giocare. Noi questa volta abbiamo ricevuto dei rastrelli, con i quali era un gioco da ragazzi di lavorare su questi alberi. Lavoravamo con molta attenzione e con tanta cura, con l’intenzione di non distruggere né l’albero, né l’oliva. Col tempo e con l’osservazione dei nostri “esperti” abbiamo visto che le olive non si trattano come le uova, che non sono fragili.
Prima che ci stancassimo è arrivata l’ora di pranzo! Il tempo ci ha graziato, era una tiepida giornata di novembre, e grazie alla temperatura veramente mite abbiamo potuto apparecchiare la nostra tavola a cielo aperto. Sicuramente avete presente l’immagine tipica toscana che ci fanno vedere nei film: una bella tavola piena di pasti fantastici, gente allegra, vino accanto, e un contesto naturale incredibile. Sin da quando ho letto il libro “Under the Toscan Sun” e ho visto anche il film, ho sempre sognato di venire in Toscana un giorno, e vedere tutto ciò (per non parlare di parteciparne). E ora sono qui e sono molto commossa.:)

Dopo la raccolta siamo andati tutti insieme al frantoio, dove abbiamo visto tutte le fasi della produzione dell’olio. Sapevate che dopo che si porta la propria oliva nel frantoio, qualche ora dopo (dipende naturalmente dalla quantità) si esce addirittura con l’olio? È stato molto interessante vedere i macchinari e i momenti della lavorazione e alla fine il risultato è stato di un colore giallo vivace, quasi fosforescente.

Se avete la possibilità di andare e partecipare, non perdete una bella occasione per stare all’aria aperta con gli amici ammirando il paesaggio toscano con i suoi ulivi."

Grazie Laura!

Follow us

Scuola Leonardo da Vinci

Italian Language Schools and Courses in Italy at Scuola Leonardo. Learn italian in Italy in Florence, Milan, Rome and Siena



Follow us

Latest posts by Scuola Leonardo da Vinci (see all)